Squier vintage modified Jaguar short scale

Squier vintage modified Jaguar short scale 30

IMG_1160.JPGIMG_1161.JPGIMG_1162.JPGIMG_1163.JPGIMG_1164.JPGIMG_1165.JPGIMG_1166.JPGIMG_1167.JPG

 

Entro la fine dell'anno verremo invasi dall'ultima produzione made in Cina della serie classic vibe di casa Squier, il settore musicale è in crisi profonda, i quattro imbecilli che diventano miliardari con i concerti, ma soprattutto con i nuovi mezzi di comunicazione, i famosi social, fanno soldi a palate e non sanno neanche suonare il campanello di casa, sempre più numerosi fenomeni del Web che partono dall'età di 4 anni a postare video in cui si denota una preparazione straordinaria vengono immediatamente sponsorizzati solitamente da major gigantesche o da piccoli produttori di solito a livello artigianale, ma Squier offre a tutti la possibilità di suonare senza spendere cifre importanti e proponendo prodotti che a colpo d'occhio sono praticamente uguali ai più blasonati cugini americani, Japan e Messico e immettendo sul mercato anche serie originali come in questo caso, mai visto prima, una genialata prodotta in Indonesia.

Partiamo dalla descrizione del body abbiamo un offset di design palesemente ispirato al Jaguar standard, strumento discontinuo di casa Fender (Japan o americano), leggermente più piccolo, 3 pezzi di agathis abbastanza leggero (3,6 kg) e bilanciato verniciatura molto ben fatta (ormai abbiamo capito che in casa Squier si lavora bene), in poliestere sembra abbastanza spessa anche se si intravedono le linee dei tagli del legno, ponte minimalista, il classico lamierino cromato a quattro sellette regolabili con ben 5 viti di ancoraggio, pick up single al ponte pick-up split precision al manico, elettronica semplificata (rispetto al modello originale) volume, volume, tono, (i potenziometri sono alpha), battipenna a tre strati e basetta in metallo cromato, l'accoppiamento delle componenti è impeccabile, onestamente ci si stupisce del prezzo, anche perché il modello scala 34 made in Messico con caratteristiche simili e comunque non eccelse costa circa il doppio e non ha la caratteristica della scala ridotta.

Manico in acero ben satinato e rifinito con skunk stripe in noce, tastiera in palissandro che sembra di qualità non eccelsa, tastatura ottima e finitura accurata che sfocia in una verniciatura della paletta in tinta nera (la Fender questa caratteristica la fa pagare come tutto questo strumento ed anche di più) 20 tasti medium jumbo, manico veloce e comodo, tanto comodo, addotto a adatto a chitarristi e ragazzini con mano piccola che grazie alla scala ridotta si trovano subito a proprio agio.

Le meccaniche sono le solite 4 in linea cromate, economiche ma funzionali presenti su quasi tutta la gamma Squier.

La configurazione PJ è da sempre la mia preferita per questione di gusti personali, per questione di generi suonati e onestamente non ho trovato notizie concrete sui pick-up che però devo dire suonano abbastanza bene ed hanno un buon volume, non troppo definiti, ma con una scala 30 secondo me sono perfetti perché hanno quella botta tipica del Mustang molto impastata e grossa, bella anche suonata a plettro.

Strumento da acquistare (visto il rapporto qualità prezzo) ad occhi chiusi, è bello da vedere, comodo, maneggevole, leggero (3,6 kg), ben bilanciato, ben fatto, se state cercando uno scala corta o se avete solo voglia di averlo nell' arsenale, questo fa per voi, tanta resa poca spesa.

Passiamo ora alle note negative: personalmente, anche se ritengo abbia un suono particolare ed una suonabilità unica, non apprezzo la scala corta, mi viene scomoda nella seconda ottava;

La paletta è in tinta con il body solo se prendete il colore nero, a proposito di colori ce ne sono solo tre disponibili, questo, il nero, e grigio metallizzato molto raro;

Quando cambiate le corde meglio acquistarne specifiche per la scala ridotta, considerate che la tastiera di una chitarra è scala 25,5 pollici (solitamente) questo è 30 pollici, se avete le mani grandi o se vi trovate bene con la tastiera tipo precision classic eviterei l'acquisto;

Una delle caratteristiche che rendono il Jaguar uno dei bassi più belli in circolazione è la presenza dei segnatasti (blocks) sul manico, questo ha solo dei puntini in plastica bianca (la cosa è giustificata dalla mancanza di spazio sulla tastiera probabilmente);

Viene fornito senza niente non c'è custodia e neanche le chiavi di regolazione ma, onestamente, come detto in precedenza, se vi interessa uno scala 30", è uno strumento da comprare ad occhi chiusi.

IMG_1168.JPGIMG_1170.JPGIMG_1171.JPGIMG_1172.JPGIMG_1173.JPGIMG_1175.JPGIMG_1176.JPGIMG_1177.JPGIMG_1178.JPG

SEGUICI SU:
facebook instagram youtube twitter